Viaggio nella Mente, Mente in Viaggio

Scienza, Statistica e Filosofia forgiano la nuova chiave di lettura per comunicare, vendere e vivere il turismo del prossimo decennio

Aprile 2015 – In un mondo sempre più iperconnesso e virtualmente visitabile in ogni suo più remoto recesso, ha ancora senso viaggiare? Ha ancora senso costruire e comunicare il prodotto turistico così come si è fatto da oltre un secolo e mezzo?
Esistono, a livello biologico e cerebrale, stimoli che possano ancora indurre nel viaggiatore contemporaneo il desiderio di partire per una vacanza?
Le risposte verranno fornite in occasione del Seminario “Viaggio nella Mente, Mente in Viaggio”, che si svolgerà il 13 maggio, a partire dalle 14,30, presso il Circolo dei Lettori di Torino.

“Il marketing – spiega Paola Tournour-Viron, giornalista di settore e co-ideatrice della giornata di studio, – ci ha abituati a interrogarci ripetutamente e insistentemente su come vendere al Meglio il prodotto turistico, dando per scontato che ci sia ancora, da parte dell’acquirente potenziale, una spinta al consumo. Non si è però sufficientemente meditato su cosa fare qualora dovesse venir meno la voglia di vacanza intesa nel senso tradizionale”.
Eppure, le mille occasioni di evasione che oggi vengono offerte in forma di eventi culturali, outlet tematizzati, parchi di divertimento e location alternative potrebbero in qualche modo smorzare il desiderio di ‘staccare dalla quotidianità’ viaggiando, imponendo così agli operatori del turismo un nuovo ragionamento sulle modalità di costruire e proporre la vacanza.
Ma non basta: “tutto questo – continua Tournour – dovrebbe spingere a un generale ripensamento anche rispetto all’analisi e all’interpretazione del fenomeno, che andrebbe osservato attraverso nuove lenti. Per questo la lettura del quadro di domanda viene affidata non ad un esperto di marketing o di pnl, bensì ad un esperto di neuroscienze, il Dr. Mauro Felletti, specialista neurologo e psicoanalista”. Da lui arriveranno i suggerimenti per esplorare i contenuti manifesti e latenti della domanda, seguendo il filo che dai contributi di Freud fino alle recenti scoperte della neurobiologia, ci ha mostrato i percorsi cognitivi e psicologici dell’istinto epistemofilico, dal suo apparire nel bambino fino alla sua progressiva maturazione nell’adulto. Seguendo la sua tesi, si arriverà a ragionare su come attivare il desiderio di esplorazione del territorio da parte dell’essere umano e come ri-motivare questa aspirazione in presenza dell’attuale quadro di mercato.
“La scoperta del mondo – spiega Felletti – inizia gattonando ed è un insopprimibile vocazione Del bambino prima biologica e poi psicologica. Una necessità che non si interromperà mai più e per ri-trovare quel piacere continueremo a cercare”.

Melania Cammisa, Responsabile Ricerca di Contesti Turistici – azienda specializzata in studi e analisi di marketing per il turismo – porterà quindi esempi concreti di come la valenza del viaggio si sia modificata con grande rapidità negli ultimissimi anni. Il viaggio è infatti passato dall’essere esperienza primaria e preponderante della ‘vacatio’ all’essere esperienza spesso meramente accessoria ad altre aspirazioni esperienziali, quale ad esempio il desiderio di esplorare i gusti e i sapori di un territorio ancora prima di esplorare il territorio stesso.
Il turismo enogastronomico, espressione di consumo del viaggio estremamente in voga ai giorni nostri rappresenta infatti un esempio evidente del nuovo modo di vivere la vacanza: la tavola non è più, come in passato, un accessorio del ‘prodotto viaggio’ bensì l’elemento che motiva la partenza e che, come molti altri ‘motivatori esperienziali’ concorre a rafforzare il rapporto del turista con il territorio.

L’organizzazione tecnica dell’evento è a cura di Cristina Biasioli,
reperibile per ulteriori informazioni ai seguenti recapiti:
cristinabiasioli@gmail.com – Tel. 347/90.34.602

L’appuntamento è riservato a:
operatori del turismo, agenzie di viaggi, enti e consorzi di promozione territoriale,
docenti e studenti di discipline turistiche, comunicazione e marketing.

Programma seminario

Taggato con: , , , , , , ,