Be-Italy,l’indagine sulla percezione e l’immagine dell’Italia in 18 Paesi stranieri

Dall’indagine “Be- Italy”, realizzata dall’istituto di ricerca IPSOS, risulta che l‘Italia è la meta più desiderata al mondo, infatti il 37% della popolazione dei paesi intervistati sceglierebbe l’Italia per una vacanza “premio” all’estero (41% tra i ceti elevati), seguono Stati Uniti (32%) e Australia (31%).

La ricerca ha coinvolto  18 paesi.  In Europa: Germania, Francia, Spagna, Gran Bretagna, Polonia. Nel resto del mondo, la suddivisione è avvenuta in base a due fattori, Paesi Maturi :USA, Canada, Australia, Giappone, Emirati Arabi e Paesi Prospect (paesi che più di recente hanno iniziato ad avere interesse per l’Italia), Cina, Russia, Turchia, India, Brasile, Sud Africa, Nigeria, Marocco.

In generale, la notorietà dell’Italia aumenta in corrispondenza dello status socio-economico dei soggetti intervistati, maggiore è il loro livello culturale, maggiore è anche la possibilità di informarsi sul nostro Paese e averne una certa conoscenza. Tra i Paesi europei, la Germania è quello che ci conosce meglio, la Polonia quello che ne sa di meno. Tra i Maturi, siamo molto amati  dagli USA, invece il Giappone ci conosce ancora troppo poco. Nei Prospect, l’India sembra saperne più di altri.

Siamo in Pole Position per la qualità della vita, per  creatività e inventiva. Il saper vivere bene è la caratteristica che più ci contraddistingue, continuiamo ad essere associati a quella bella vita che tutto il mondo ci invidia.

A cosa si pensa quando si dice Italia? Alla cucina, al patrimonio culturale, alla moda.  Ancora,  noi italiani siamo empatici, intelligenti, competenti, esigenti, umani.

Il Brand Italia è associato a parole positive, negative solo se si parla di politica. Il maggiore interesse viene dai Paesi Prospect, quasi chiunque abbia visitato l’Italia, lo farebbe ancora. Roma, Venezia e Milano sono le città top, la Sicilia  la regione a cui si pensa per prima.

 La ricerca completa

Taggato con: , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*